‘Rimini Città Solare’: il fotovoltaico a costo zero su edifici pubblici

Con il progetto “Rimini Città Solare”, approvato dal Consiglio Comunale, Rimini aderisce alla campagna europea per l’energia sostenibile.

RIMINI – 6 FEBBRAIO 2009 - Tre milioni di euro di investimenti, quaranta impianti fotovoltaici sugli edifici pubblici del Comune di Rimini, oltre 650 tonnellate di Co2 risparmiate: sono questi i numeri principali di “Rimini Città Solare”, il progetto con il quale la città rivierasca aderisce alla campagna europea per l’energia sostenibile, con l’obiettivo di ridurre del 20% le emissioni e aumentare del 20% il contributo di energia da fonti rinnovabili e l’efficienza energetica entro l’anno 2020

Il progetto è stato presentato questa mattina, in Residenza comunale, con la decisione espressa dal Consiglio Comunale (delibera n. 8 del 22/1/09) ed aderisce alla campagna europea per l’energia sostenibile, per il quale è stato dato mandato al Sindaco per sottoscrivere il Patto dei Sindaci delle città europee per conseguire il raggiungimento degli obiettivi decisi in sede europea.

Nella prima fase il progetto prevede interventi impiantistici per 3 milioni di euro per l’installazione di 40 impianti fotovoltaici sugli edifici pubblici del Comune di Rimini a costo zero per l’amministrazione comunale.

“Questo progetto è il risultato di un lavoro di due anni durante i quali abbiamo sviluppato una serie di progetti come la sostituzione dei generatori a gasolio, la riduzione dei consumi idrici e la fornitura di energia elettrica rinnovabile per l’illuminazione pubblica, la promozione del solare termico e degli impianti geotermici. – ha spiegato l’assessore alle Politiche Ambientali ed Energetiche del Comune di Rimini, Andrea Zanzini – In questi ultimi anni, inoltre, l’Assessorato alle Politiche Ambientali ed Energetiche ha costituito lo Sportello Generale per l’Energia portando al suo interno tutte le competenze dell’amministrazione riguardo i consumi energetici ed idrici fin lì suddivise in uffici e settori diversi”.

“Questo complesso lavoro di riorganizzazione e razionalizzazione delle competenze interne all’amministrazione pubblica – ha proseguito Zanzini – ci consente oggi di avere un avere un quadro puntuale ed aggiornato dei consumi e degli impianti dell’ amministrazione Comunale e quindi dar avvio al progetto “Rimini Città Solare”, un progetto per la “solarizzazione” degli edifici della nostra città su larga scala, a cominciare dagli edifici pubblici per passare poi a quelli privati.”

Inoltre si è preso spunto dagli eventi partecipati del forum “BELIEF a Rimini”, nell’ambito del progetto europeo BELIEF:

Campagna a favore del solare termico “Una fetta di cielo conviene!” – ha consentito l’installazione di oltre 700 mq di pannelli solari termici in due anni sugli edifici privati (risparmio di emissioni di CO2 pari a 160 tonnellate/anno);

Sottoscrizione contratto per la fornitura di energia elettrica verde certificata RECS per l’illuminazione pubblica (azzeramento emissioni di CO2 pari a 8.000 tonnellate di CO2 all’anno);

Realizzazione di 4 impianti fotovoltaici per 50 kWp circa e solari termici sulle nuove scuole progettare con criteri di bioedilizia (ristrutturazione Scuola media n.7, Polo per l’infanzia di Viserba, Scuola per l’infanzia di via di mezzo e di via XX Settembre). I progetti sono risultati tutti vincitori del Bando del Ministero per l’Ambiente e riceveranno un finanziamento fino al 50% per un totale di 200.000 euro);

Partecipazione alla Campagna europea di sostegno per l’energia solare “European Solar Days” con visite guidate all’impianto fotovoltaico pubblico ubicato presso Orto Anziani in località Celle (15 – 23 maggio 2009), info point sulle fonti rinnovabili e presentazione del Progetto “Solar Challenge” (Concorso per i cittadini e le imprese per le migliori realizzazioni di impianti a fonti rinnovabili – in fase di definizione);

Prima fase (Gli edifici pubblici):

Il progetto prevede interventi impiantistici per 3 milioni di euro per l’installazione di 40 impianti fotovoltaici sugli edifici pubblici del Comune di Rimini a costo zero per l’amministrazione comunale.

Gli obiettivi attesi sono molteplici sia sul versante ambientale che economico:
Prima tranche di installazione di impianti fotovoltaici parzialmente integrati sugli edifici delle scuole primarie (32 installazioni per 500 kWp entro il 2009);

Completamento installazione di impianti fotovoltaici su altri edifici pubblici per ulteriori 400 kWp sugli altri edifici entro il 2010.

Diminuire le emissione di gas serra per via indiretta e rendere così più efficiente il consumo elettrico con la produzione locale (nessuna perdita di trasmissione e conversione)

Riduzione del consumo elettrico della PA in maniera decisa di circa il 15-20% entro il 2010 sostanzialmente a costo zero per le casse comunali;

Dare un forte esempio educativo alla città stimolando i riminesi ad adottare misure analoghe fornendo assistenza tecnica ed informazioni attraverso lo Sportello Generale per l’Energia e soprattutto alle future generazioni partendo con le installazioni nelle scuole primarie.

Dare un impulso all’imprenditorialità locale collegata allo sviluppo di tecnologie e soluzioni tecnologicamente avanzate nel campo delle rinnovabili

Complessivamente perciò l’intervento una volta completato consentirà la produzione annua di circa 1.200.000 kWh (pari al 15% dei consumi elettrici di tutti gli edifici pubblici), una riduzione di emissioni pari a 650 tonnellate di CO2 all’anno ed un risparmio economico in termini di riduzione dei consumi energetici di oltre 100.000 euro all’anno.

Seconda fase (l’estensione del progetto alle strutture private):

Tale modello di intervento a costo zero per le casse comunali sarà poi esteso ai cittadini che potranno vedersi ridurre la propria bolletta fin dai primi mesi dell’installazione del proprio impianto fotovoltaico senza dover affrontare in nessun modo i costi iniziali di investimento per la sua installazione.

Share on Facebook

Ambiente, Homepage, News