I migliori percorsi cicloturistici dell’Emilia Romagna.

bicicletta

La Romagna è particolarmente amata e frequentata dai cicloturisti, più o meno esperti, grazie alla presenza di percorsi bike. Molti di questi itinerari sono pensati per far conoscere ai turisti le aree naturalistiche e i parchi. Gli itinerari coniugano attività sportiva e bellezze paesaggistiche. Inoltre, aspetto interessante, da tenere in considerazione, tutti i percorsi sono percorribili in una mezza giornata, o poco più. Quindi risultano essere perfetti sia per ciclisti esperti, che per principianti.

Infatti, in Romagna ci si può sbizzarrire con tracciati di diversa difficoltà. Si va dai percorsi in mountain bike fino a quelli con una normale bicicletta da città, sfruttando la possibilità di percorrere le ciclabili.

Prima di mettersi in sella.
E’ importante, prima di partire, studiare con attenzione la scheda tecnica che descrive il percorso, per non avere brutte sorprese. Infatti ogni itinerario è descritto nei dettagli, con indicazioni su lunghezza, dislivello, tempi di percorrenza e difficoltà.
Non dimenticate, oltre ovviamente ad un buon allenamento, che un ruolo di fondamentale importanza è giocato dall’alimentazione. Fate una colazione nutriente e sostanziosa, con pane, marmellata, miele e spremuta di agrumi. Durante il giorno bevete the, acqua non gassata, succhi di frutta, e mangiate dolci semplici. Nella vostra dieta non dovranno mancare nemmeno carboidrati, come pasta, riso e pane, proteine, frutta e verdura.

Per chi arriva in treno.
Potete raggiungere la Romagna, Rimini e Riccione nello specifico, anche in treno. In questo modo la vostra vacanza cicloturistica sarà ancora più ecosostenibile. Potrete noleggiare una bici oppure comprarla online, sui siti specializzati. Infatti sono sempre di più i siti che si occupano della vendita di bici da corsa usate online, in questo modo potrete risparmiare e riceverla direttamente a casa vostra.
Inoltre, potrete arrivare fino all’imbocco dei percorsi. Spesso le piste ciclabili sono vicine alle principali stazioni ferroviarie, e arrivano fino al primo entroterra.
Questo binomio treno-bici è reso possibile soprattutto dal fatto che Trenitalia mette a disposizione dei viaggiatori treni con carrozze dedicate al trasporto di biciclette.

Gli itinerari.
In Romagna, tra Rimini e Riccione, i principali percorsi cicloturistici si snodano tra le due vallate del Marecchia e il Conca, due ampi solchi perpendicolari al mare. Tra loro si espande una fitta rete di itinerari, tra strade a viabilità minore, strade intercomunali, viottoli di campagna e sentieri che attraversano boschi e aree verdi.

Come comportarsi.
Una volta che si parte, ricordate alcune poche e semplici regole da tenere a mente. Innanzitutto, se viaggiate in gruppo, presentatevi puntuali al raduno, come indicato dai comunicati, provvisti già del necessario equipaggiamento. Ovvero: camera d’aria di riserva, attrezzi per piccole riparazioni e colazione al sacco.
Seguite sempre i consigli del capogita, seguite le sue indicazioni e informazioni.
Durante la pedalata, non superarlo. Rischiereste di seguire strade non previste, portandovi dietro altre persone del gruppo.
Allo stesso modo, non attardatevi in coda, e non lasciare troppo spazio dal ciclista che vi precede. Cercate di rimanere un gruppo compatto.
Quando si imbocca un’altra strada e ci si accorge che le persone dietro non arrivano, fermatevi per segnalare la direzione e se ci sono problemi avvisate il capogita.
Durante le soste, è importante mettersi in disparte, non invadere la strada e lasciare libero il passaggio.
Sulle strade ad alto traffico veicolare procedere in “fila indiana”.
Dopo colazioni o spuntini non lasciare rifiuti in giro. Non pedalare su prati o aiuole, e non danneggiare piante, alberi, animali, non prendere frutti dai campi lungo il percorso. Insomma, siate rispettosi.

Share on Facebook

Riccione, Rimini